lunedì 10 settembre 2012

Rosie, la nuova mossa della Provincia Autonoma di Trento per attirare il turismo omosessuale

Che succede al turismo trentino?
I laghi si mangiano i turisti?
Le valanghe si mangiano i turisti?
Il Trentino non attira più milanesi assetati di case rurali a prezzo stracciato?

La sera non c'è più la vita di una volta? (Perchè i vicini lavorano e hanno il diritto di dormire)
E' quello che si sono chiesti per tutta l'estate i vertici di Trentino Spa, che in collaborazione con l'Assessorato ala cultura ha deciso di aprire il turismo a un nuovo target di ospiti, mediamente abbienti, amanti del bello e della natura ma non troppo incontaminata, bisognosi di nuovi luoghi di aggregazione, desiderosi di posti in cui non li chiamino froci o busoni, ma "figli di Dio diversamente eterosessuali", come li ha caldamente definiti ultimamente il vescovo Bressan.
La prima scelta sul gruppo rappresentativo era caduta sui Wooden Collective, alfieri della musica gay trentina, ma hanno declinato, preferendo non baciarsi in pubblico per non finire come le Tatu, che nessuno sa che musica fanno ma tutti sanno che si son baciate.
In seconda battuta sono stati contattati gli sQuirties, band dal dna meno omo ma dalle pose più audaci, che hanno accettato, aiutati dall'offerta, che racava un interessante tot di zeri.
Le istruzioni erano:
- canzone dal ritmo popolare (preferibilmente valzer)
- ambientazione montana
- vestiario da contadino chic
- petto villoso (fa selvaggio)
- rasatura (fa selfaggio curato)
- amore ostentato gay
- fisarmonica
- scarpe di marca (dà quel tocco lì)
- bacio tra cromosomi Y
- finale che si rimangia tutto (in modo che chi è d'accordo alla fine si fa una risata, chi non è d'accordo tira un sospiro di sollievo. Così tutti sono democristianamente contenti).
Il produttore del video è "Jacopo "Japi" Broseghini", sigla dietro cui si nasconde (dagli sguardi dell'elettorato non proprio convinto della sapiente mossa) il nostro affezionato Franco Panizza, il grande fautore di questa rivoluzione.
Finalmente soldi spesi bene, grazie Provincia di Trento.
Ora impareremo ad amarci come si deve.


1 commento:

Joe Barba ha detto...

è sempre un unore ricevere le tue attenzioni!