venerdì 28 marzo 2008

Storia di una Marchetta Annunciata

Squadra Mobile di Trento
Reparto Intercettazioni Telefoniche
Sospettato: Felix Lalù

Giovedì 27 marzo 2008
ore 15.47

FLù: Pronto
TN: Signor Lalù?
FLù: Sì, digame.
TN: Sono un dirigente di Trentino SpA, l'APT del Trentino
FLù: Sì, ho presente
TN: Le spiego. Il Trentino sta tentando di attrarre gli snoborder, siamo appena all'inizio, abbiamo fatto un paio di cosette
FLù: Sì, ho avuto modo
TN: Lei che ne pensa?

FLù: Sinceramente, il sito mi fa cagare, è finto alternativo con musica democristiana, tempi di attesa sopra la norma, e questa cagata che si rovescia. Tipico sito "pavone" fatto per molto dinero, prolisso e rococò, bello per i truzzi del web ma una gran sega per l'utente medio, ovvero quello che dovrebbe attrarre. Roba che fa venire nelle braghe il dirigente ma non certo il fillio che va in snobor. Il concerto poi, lasciamo perdere. Senza offesa eh, che me l'hai chiesto tu. Però nel sitocompa che è più vivibile c'è l'intervista al mio amico Stefano.
TN: Purtroppo Lei ha ragione, signor Lalù: i sondaggi ci dicono la stessa cosa. Proprio per questo abbiamo pensato a Lei?
FLù: Perchè?
TN: Lei è compositore no?
FLù: Sì, più o meno.
TN: Ecco, vorremmo commissionarle un brano musicale.
FLù: E?
TN: Vogliamo che lei ci produca una hit che colpisca al cuore gli snoborder. Ci metta dentro quello che vuole, ma soprattutto che piaccia gli snoborder. Deve essere ossessiva come discomusic, orecchiabile e metal, hardcore e hip hop. Magari se potesse metterci anche un po' di inglese, e un po di dialetto, che fa molto glocal. E un po' di gergo dei borders. Però stia attento, abbiamo Dellai sul collo, ci metta anche un po' di buonismo, tipo comportati bene o mettiti la canottiera.
FLù: Mettiamola così. Mi rifiuto di scrivere canzoni di tal pasta, con soldi sottratti indebitamente alla collettività.
TN: Le daremo 100mila euro
FLù: Facciamo 200mila
TN: Ok
FLù: Affare fatto. Tra tre ore vi mando il pezzo.

Giovedì 27 marzo
ore 18.59

FLù: Hei, il pezzo è pronto.
TN: Quando ha detto tre ore credevo che scherzasse.
FLù: E' che non ci voglio perdere tempo su queste cagate.
TN: Certo, immagino, l'arte per l'arte.
FLù: Esatto. La storia è presto detta. Ho rubacchiato qua e là ed è uscita la storia di uno snoborder ribbelle. Lo snoborder ribbelle esce di casa e la mamma gli chiede se ha il pullover ("vero che hai il pullover?", che canottiera non stava nella metrica). Lo snoborder, da vero ribbelle, se ne ffrega, ma giunto alla pista si accorge che la mamma aveva ragione (e qui abbiamo già accontentato Dellai). Impreca in dialetto, e pure in inglese ("che fret/l'è aussì fret/l'è aussì fret for myself"), chissà che qualche ragazzina non si svesta eccetera. Altri snoborder invece il pullover ce l'hanno ("è vero che ho il pullover"), ma il freddo punge, quindi si ghiacciano pure loro. Ma sempre un po' meno del ribelle. Poi però arrivano in cima alla montagna, e la canzone diventa sbregamudande, lo snoborder si commuove di fronte allo spettacolo della natura, e comincia invece a godere della stretta della vetta ("l'è aussì fret sto vent/l'è aussì fret sti monti"). Ma non c'è tempo per fare i romanticoni, è tempo di giochetti con l'asòt ("varda chi che trick/varda chi che trip"). Certo è freddo ma ne vale la pena e la giornata finisce in un tripudio di schitarroni, che non si sa mai, e si festeggia nell'allegria delle combriccole di snoborder. "Tiin" è il brindisi dei bicchieri che contengono alcoli, che i snoborder piace lo sballo dei beveroni, ma "varappappa" ricorda loro di mangiare quando bevono, che se no stai male, coglione.
TN: Perfetto.
FLù: Tenete conto che l'ho registrata in tre ore con voce kazù e chitarra acustica distorta, è un po' grezza e neanche a tempo probabilmente.
TN: Non c'è problema. Tra una settimana verrà Steve Albini dalla Merica e registrerete il pezzo come si deve. Poi lo lanceremo su MTV, All Music e RadioAnaunia.
FLù: Ok, lo farò sotto pseudonimo.
TN: Certo. Come preferisce chiamarsi?
FLù: La Ostia, che La Piccola Orchestra non fa di queste cose.
TN: Audace, ma anche canonico. Sapevo che Lei era la persona giusta. Dellai non potrà lamentarsi, e gli snoborder si metteranno l'adesivo dei La Ostia sulle tavole. Bene bene.
FLù: Sì, ma i soldi quando arrivano?
TN: Mi dia le sue coordinate bancarie.
FLù: Sticazzi. Li voglio in contanti, banconote da 100, in una borsa sportiva vintage. E me le porterà un pezzo di manza lasciva che sceglierò personalmente dal più rinomato bordello di Trento, quello di fronte al palazzo della Regione. Dovrebbe conoscerlo. Poi voglio essere insignito come Schuetzen onorario dell'impero austroungarico.
Ah, e, se possibile, non fatevi più sentire.
TN: Certo, come preferisce.
FLù: Certo, come preferisco.
TN: Ossequi

5 commenti:

Anonimo ha detto...

mi par di capire che puoi tornare a trovarmi?

ehehehe

cazzo, complimentoni

che fret
l'è aussì fret
l'è aussì fret also in berlin

den

ps.: varda chi che trip

matia ha detto...

stasto a parla sul serio?
qua a lisbona no l'é masa fret e no l'é gnanca snowborder sool serfisti, scrif anca na canzoon para i serfisti dai
(dialeto zoldan ma tra dialeti se se capis istes)

JMox ha detto...

Grandi RIFF al FRET ! (Ma se è una babbata di mamma PRVNCia ancora meglio)

denis pascon ha detto...

sto ancora ridendo ed ho le lacrime che scendono in gola. in effetti sto quasi morendo per soffocamento. per il prossimo singolo ho sentito che ti affiancheranno anche veronica ciccone vestita da zoccola (che novità). è vero che avete già cominciato a collaborare? e' vero che vi state concentrando sull'ipphopp? è vero che nel prossimo video ti spoglierai nudo? tienici informati. saluti.

Anonimo ha detto...

prevedo scontri tra centri sociali con celerini attoniti dalla scena di dieci bellunesi gonfi di birre fink brau polenta e funghi scontrarsi a colpi di salsiccia contro trenta trentini gonfi di forst sgasata e di kebab albanesi. il tutto nel contendersi un video karaoke della piccola orchestra felice la luce