venerdì 26 giugno 2009

Ospiti indesiderati

Ospite indesiderato #1:
Prima è stata la volta del topo. C'erano ancora Monica e Anna. Era venuto dalle impalcature che rifacevano il palazzo. Si celava sotto il mobile della cucina e non c'era verso di beccarlo. Le donne erano prese male. Non ricordo come abbiamo risolto il problema. Veleno? Vischio? Bah. Anche i più amanti degli animali non si fanno problemi coi topi.

Ospite indesibderato #2
Il secondo è stato il piccione. Qualche mese fa. C'era roba ammucchiata sul terrazzo. Rami, tavole, finestre, una bobina di legno. In mezzo a quel casino decidono di coltivare la prole due piccioni. Tutti noi maschietti siamo per lo sfratto ma Alessia che ama gli animali ci chiede di lasciarli. Pareva la tipa dei Simpson che se ne esce sempre con I bambini! Nessuno pensa ai bambini!
Insomma li lasciamo. Due giorni dopo rientro in casa e ne ho uno in camera. E' sull'armadio. Appena mi avvicino, vola verso la finestra e ci sbatte, torna sull'armadio. Così all'infinito e io non riesco a raggiungere la finestra per lasciargli un varco. Cerco una scopa, entro in bagno e il lavandino e lo specchio sono totalmente ricoperti di merda di piccione. Bestemmio soprattutto dio ma anche la madonna e mi armo di scopa. Lo tolgo dall'armadio, gli apro la finestra ma ora non vuole più uscire. Crede che sia una trappola dell'uomo bianco per insultare la sua perspicacia. Io mi sbraccio con la scopa ma va solo da un armadio all'altro. Bestemmio tutta la formazione del paradiso, dal portiere allla punta senza tralasciare il mediano. Arriva Fabio, si arma di scopettone. Lo colpisco più volte in volo con soddisfazione saltando pet tutta la stanza finchè non trova la retta via. Per fortuna s'era cagato tutto in bagno e non ha lasciato niente in camera mia.
Ripulito tutto, cauterizzato gli ambienti, abbiamo aspettato Alessia per decidere la sorte delle uova. Io ho votato parete della casa di fronte, Fabbio non ricordo ma era incazzato almeno quanto me. Alessia invece ha portato le uova da basso, dove evidentemente i genitori non le avranno più trovate, visto che poi hanno deciso di rimanere sul terrazzo in attesa che i pulcini tornassero autonomamente. Uscivi in terrazza e volavano sul tetto di fronte, facendo tanto finta di niente che pareva fischiettassero. Poi rientrato tornavano sul terrazzo. Un giorno, esasperato, ho brabdito la scopa fino a colpirne uno abbastanza violentemente da fargli capire che non era aria. Non sono più tornati. Quello è stato il momento in cui mi sono reso conto che con la forza si ottiene tutto.

Ospite indesisderato #3
Sono dieci giorni che sento rumore d'ape in un angolo del salotto. Ero convinto che fosse infilata dentro la cassa dello stereo e ho semplicemente immaginato che col tempo sarebbe morta di fame. Bene.
Ma facciamo un passo indietro. L'anno scorso facevo prove per i laboratori con i bambini. Ho fatto sto cane di carta di giornale, con pelle di scotch di carta. Siccome è carino ce lo siamo tenuti in salotto. Si chiama Supercane perchè ha le ali dietro, disegnate con l'indelebile. Gli vogliamo bene. In realtà lo volevo regalare ai Supercani ma mi son sempre dimenticato di portarglielo.
Proprio cinque minuti fa mi sono accorto che in realtà il bzz è di animale peggio dell'ape e comunemente noto come vespa. Ha fatto il nido nella gamba di Supercane.
Ora me ne devo andare e posso fare lo gnorri, ma devo risolvere il problema. Non oso muoverlo perchè la vespa è il male. Devo risolvere. Però ora devo andare.
Domani

3 commenti:

t8 ha detto...

sei sicuro che non sia un robot comandato dalla Nasa..? vadùrad qui quel che i fà..?!

http://www.youtube.com/watch?v=dSCLBG9KeX4

CH( ha detto...

con la violeeenza si ottiene tuuuutooo
fufarufarifaifufaifufaaaiiiii

Caio ha detto...

vespa infabula...